Condividi questa pagina:
Mmt news
L'area del portale MMT con notizie, approfondimenti ed eventi del settore macchine edili

Le novità John Deere a Fieragricola 2016: vincenti e premiate

29 gennaio 2016 - Sezione: Macchine Edili

Anche quest’anno Fieragricola, la manifestazione che da oltre un secolo riunisce a Verona il gotha della meccanicazione agricola internazionale, vedrà fra i suoi protagonisti assoluti John Deere. Il marchio statunitense, in particolare, parteciperà a questa 112a edizione della kermesse veronese, in programma dal 3 al 6 febbraio 2016, con una selezione delle più importanti novità introdotte in questi ultimi mesi.

Particolarmente ricca in questa edizione di Fieragricola la rappresentativa messa in campo da John Deere, che schiererà alcuni fra i modelli di punta delle serie di trattori 5G specializzati, 6R e 6M, 7R e 8R accanto alle ultime novità per il segmento delle macchine da raccolta.

Sotto i riflettori negli spazi espositivi John Deere (Padiglione 4/Stand C3 e Padiglione 6/Stand D2) ci sarà infatti l’ultima nata della gamma di trince semoventi Serie 8000, il modello 8800 equipaggiato per l’occasione con barra di raccolta 475 Plus da dieci file, che come le sorelle minori implementa tutte le più innovative tecnologie di raccolta per offrire ai clienti maggiore produttività, operatività, costi di gestione inferiori e una manutenzione più semplice e veloce. Alimentata da un potente motore da 19 litri in grado di erogare ben 843 cavalli, il modello 8800 conta fra le sue caratteristiche di punta il GreenStar 2630 con display touchscreen, funzioni complete organizzate nel CommandARM, Accesso Remoto al Display e guida automatica con RowSense; fiore all’occhiello è la già citata unità di raccolta rotante a 10 file 475 Plus da 7,5 m di larghezza, che riduce la perdita di steli e pannocchie e migliora la capacità di raccogliere il mais allettato, oltre a ridurre gli intasamenti in presenza di erbe infestanti. Tra le caratteristiche aggiuntive, il gruppo di taglio DuraDrum™ con affilatura al contrario e altre tecnologie studiate per migliorare la lavorazione del foraggio e la qualità dei nutrienti.

A rappresentare la nuova gamma di trattori 6R, recentemente rinnovata con l’ingresso di 6 nuovi modelli equipaggiati con motori Stage IV/FT4 in un range di potenze massime con IPM DA 135 a 202 cavalli, sarà un modello che ha già riscosso grandi consensi di mercato come il 6130R. Dotato di un propulsore PowerTech PVS John Deere a quattro cilindri da 4,5 litri con potenza di 130 CV, il 6130R è dotato dell’innovativo sistema John Deere per la gestione intelligente della potenza IPM, in grado di aggiungere fino a 31 cavalli di potenza alle versioni a quattro cilindri. Vasta la scelta di opzioni di trasmissione, fra cui le collaudate trasmissioni PowershiftPowrQuad Plus o AutoQuad Plus/AutoQuad Plus Ecoshift, la trasmissione a variazione infinita AutoPowr e l'avanzata trasmissione DirectDrive a doppia frizione.

Sul palcoscenico per la serie 6M, invece, il top di gamma 6195M, equipaggiato da un potente propulsore da 6,8 litri a sei cilindri capace di erogare ben 195 cavalli con turbocompressori in serie, filtro antiparticolato (DPF) e, infine, sistema di post-trattamento (DEF) per soddisfare le normative sulle emissioni Stage IV/FT4. Ampia anche in questo caso la scelta per quanto riguarda le trasmissioni, che comprende le versioni PowershiftPowrQuad Plus, AutoQuad Plus/AutoQuad Plus Ecoshift o le nuovissime trasmissioni CommandQuad Plus/CommandQuad Plus con Ecoshift. Tra le altre novità, l’adozione di una sospensione meccanica della cabina esente da manutenzione, che garantisce un funzionamento più regolare, minore affaticamento e livelli di vibrazioni inferiori, oltre che una velocità di funzionamento del 10% più elevata anche sui terreni accidentati.

Nutrita anche la rappresentanza dei trattori specializzati serie 5G, che saranno presenti a Fieragricola con le quattro famiglie 5GF, 5GV, 5GN e 5GL. Progettati per offrire elevati livelli di comfort, potenza, prestazioni idrauliche e manovrabilità per lavori in frutteti e vigneti o per altre applicazioni che richiedono una carreggiata ridotta, i trattori Serie 5G accolgono gli operatori in una stazione confortevole e spaziosa che garantisce la massima visibilità. Inoltre, offrono un'ampia scelta di trasmissioni, PTO e opzioni idrauliche, dalle versioni base a quelle premium, che includono trazione a due ruote motrici con 12 marce avanti e 12 indietro e quattro ruote motrici con 24 marce avanti e 24 indietro oppure 24 marce avanti e 12 indietro con PowrReverser, PTO 540/540E o 540/1000, standard e sincronizzata, e sistema idraulico con due pompe con due o tre distributori meccanici oppure tre pompe con tre o quattro distributori elettroidraulici e sino a sette attacchi centrali.

Per il segmento dei trattori compatti sarà presente un modello di particolare interesse come il nuovo 4066R, disponibile con motore già conforme allo StageIV, macchina che grazie alle dimensioni contenute rappresenta una soluzione ideale per le applicazioni in vigneti e frutteti. Fiore all’occhiello del 4066R è la collaudata trasmissione automatica a tre gamme eHydro con pedali TwinTouch per la marcia avanti e indietro. Questa avanzata soluzione incorpora in particolare tre caratteristiche dalle prestazioni uniche, adatte a un'ampia gamma di applicazioni per trattori: la funzione LoadMatch, che regola automaticamente la velocità della macchina in funzione del carico del motore in modo da massimizzare le prestazioni senza strappi al motore, utile in fase di trasporto di carichi o di falciatura di erba particolarmente folta; la funzione MotionMatch, che regola in tempo reale la risposta della trasmissione in funzione del tipo di lavoro, risultando ad esempio utile nell’utilizzo della macchina con caricatore frontale; e la funzione SpeedMatch, che consente all'operatore di preimpostare una velocità massima quando il pedale è completamente premuto, particolarmente utile quando si opera con attrezzature posteriori.

Come da tradizione, anche questa edizione di Fieragricola ospiterà sessioni quotidiane di prove dinamiche all’interno del Dynamic Show, una spettacolare dimostrazione dei modelli più all’avanguardia dei marchi leader al lavoro, con esperti che spiegheranno in diretta le caratteristiche tecniche e le potenzialità dei mezzi. Ricca anche in questo caso la rappresentativa John Deere, che schiererà in campo un totale di otto modelli appartenenti alle serie 5G specializzati, 6R e 6M, 7R e 8R allestiti per l’occasione con diverse tipologie di attrezzature e soluzioni di guida automatica e documentazione.

Sempre nel corso delle quattro giornate di Fieragricola avrà luogo un ulteriore evento che, ancora una volta, consacrerà la leadership tecnologica del marchio del Cervo nel settore della meccanizzazione agricola. Saranno ben quattro, infatti, i trofei assegnati a John Deere dal “Premio Innovazione”, il concorso organizzato da Veronafiere in collaborazione con la rivista specializzata L’Informatore Agrario e MAD - Macchine Agricole Domani destinato ai costruttori che si sono particolarmente distinti per l’originalità e il grado di innovazione delle proposte presentate. La giuria del Premio Innovazione ha in particolare riconosciuto la valutazione “Tre Stelle” all’Active Fill Control Sync per trince semoventi SPFH, una soluzione innovativa che combina il caricamento automatico del rimorchio tramite termocamere montate sul tubo e la sincronizzazione fra macchina e veicolo di trasporto per quanto riguarda velocità e direzione, e al sistema iTec AutoLearn, che monitora le azioni dell’utilizzatore al fine di riconoscere e memorizzare le sequenze di operazioni e attivazioni effettuate in cabina in una determinata fase di lavoro. Due invece le stelle assegnate al sistema ProCut, che controlla la regolazione della controlama e l’affilatura dei coltelli tramite due sensori fissati sulla controlama in grado di misurare tutti i parametri di ogni singolo coltello anche alla massima velocità di rotazione del tamburo, e al sistema Intelligent Four Wheel Drive Activation, che seleziona automaticamente l’inserimento o il disinserimento della trazione integrale aiutando l’operatore ad ottimizzarne l’utilizzo e riducendo l'usura degli pneumatici in caso di slittamento. La cerimonia di premiazione avrà luogo venerdì 5 febbraio alle ore 14.00 presso la Sala Mascagni alla presenza del presidente di Veronafiere e del direttore generale Giovanni Mantovani.

Fonti, risorse web ed allegati del presente articolo:

Segnala una News / Evento

MMT scrive gli articoli anche con l’aiuto dei suoi lettori e delle aziende del settore!

Segnala nuova notizia Segnala Evento Invia Comunicato

"Tag Cloud":
La nuvola delle parole chiave

Tutti i tags

Archivio articoli di MMT News