CNH Industrial: le macchine agricole del futuro

Il Dipartimento Design di CNH Industrial, New Holland Agriculture e Domus Academy di Milano hanno avviato un progetto che mira a dare l'opportunità agli studenti di design più meritevoli di presentare le proprie idee per le macchine agricole di domani.

Gli studenti di design di paesi diversi hanno dovuto immaginare le possibili evoluzioni del settore agricolo.
Il progetto non prevedeva il semplice restyling di un trattore, ma una vera e propria rivoluzione nello stile di vita dell'agricoltore.

newHollandTrattoreFuturo

Comunicato stampa CNH Industrial: Gli studenti di design presentano il trattore del futuro

Il dipartimento di Design di CNH Industrial; New Holland Agriculture e gli studenti di Domus Academy di Milano hanno preso parte alla progettazione di un prototipo di macchina agricola del futuro. Gli studenti di design hanno potuto presentare la loro idea di trattore del futuro e di "agricoltore del futuro". I loro progetti sono stati presentati all'Expo di Milano il 25 giugno.

Londra, 26 giugno 2015

CNH Industrial N.V. (NYSE: CNHI / MI: CNHI), il suo Dipartimento Design, New Holland Agriculture e Domus Academy di Milano hanno avviato un progetto che mira a dare l'opportunità agli studenti di design più meritevoli di presentare le proprie idee per le macchine agricole di domani. Il progetto, gestito da Amelia Valletta, Course Leader del Master in Car & Transportation Design e responsabile della facoltà di Domus Academy, aveva come obiettivo quello di realizzare una collaborazione internazionale con gruppi di studenti provenienti da nazioni diverse, per sviluppare l’idea di fattoria del futuro, che sia contemporaneamente accessibile e sostenibile. Si tratta anche della prima collaborazione tra Domus Academy e CNH Industrial.

Gli studenti di design di paesi diversi hanno dovuto immaginare le possibili evoluzioni del settore agricolo. Il progetto non prevedeva il semplice restyling di un trattore, ma una vera e propria rivoluzione nello stile di vita dell'agricoltore. L'idea di base è contenuta in una vignetta sulla giornata tipo della vita dell'agricoltore Joe, realizzata dagli studenti: si tratta di creare un centro di comando dal quale l'agricoltore possa gestire tutte le attività in remoto insieme a una "regina" autonoma, il trattore, che comanda tutti gli altri veicoli. Questi "tractobot" sono stati concepiti con morfo-ruote che possono trasformarsi da ruote standard in cingoli triangolari conservando il bordo esterno e i raggi per essere sfruttati al meglio su ogni tipo di terreno. I "tractobot" sono monitorati da droni che permettono all'agricoltore di osservare le operazioni in tempo reale.

Le vignette e i disegni sono stati rivisti da David Wilkie, responsabile Design di CNH Industrial, e da Guido Bianco, capo progettista di New Holland. Entrambi hanno offerto istruzioni e consigli sul modo migliore di sviluppare le proprie idee e il progetto finale è stato condiviso con il Team “Marketing & Communication” del brand New Holland. Uno degli studenti è stato premiato con tre mesi di stage a Torino presso il CNH Industrial Style Centre.

Il progetto è stato presentato al pubblico il 25 giugno all'evento sul futuro dell'agricoltura, che si è svolto presso il "Sustainable Farm Pavilion" di New Holland a Expo Milano 2015. Nel corso della presentazione sono stati illustrati la genesi del progetto, il suo sviluppo e le conclusioni.

"Ci poniamo l'obiettivo di mostrare come un leader mondiale della meccanizzazione agricola interpreta il presente e si prepara per il futuro dell'agricoltura in modo sostenibile e accessibile. Dopo aver visto il progetto finale siamo rimasti davvero colpiti dalle idee innovative degli studenti e soluzioni originali che sono state proposte " – ha commentato Annemie Lievens, responsabile Global Brand Marketing e Comunicazione, New Holland Agriculture.

Esprimi la tua opinione sull'articolo

Puoi farlo! Questo articolo è stato pubblicato sul Forum Macchine per poter essere discusso con gli altri utenti del settore. Clicca qui per visionarlo.