JCB 437, la pala gommata dalle "3 P"

Daniela Mascitti di Daniela Mascitti -

La nuova JCB 437 è il modello da 15 tonnellate della gamma di pale gommate del costruttore britannico, è il modello delle 3 P: potenza, prestazioni e produttività.

JCB-wastemaster

La pala gommata JCB 437 nasce nel solco della filosofia costruttiva che ha portato allo sviluppo della “ammiraglia” 457, ed è dotata delle stesse innovazioni tecnologiche e di design del modello al top di gamma. Il modello 437 si posizione nella gamma di pale gommate JCB appena sotto la 457 e prima della 427; la gamma di pale JCB si completa poi con i modelli compatti 403, 407, 411 e 417.

Tra i principali elementi caratterizzanti della macchina si segnalano: la nuova cabina CommandPlus che offre comfort e visibilità ai vertici della categoria; l’innovativo sistema di controllo CommandPlus; motore conforme Tier 4 Final/Stage IV in perfetta assonanza con la filosofia JCB di non adottare costosi filtri antiparticolato; il nuovo cofano monoblocco per un accesso migliorato per la manutenzione; una gamma di bracci per adattarsi al meglio alle diverse applicazioni del settore.

Progettata per impieghi “heavy duty”

La pala gommata è una macchina “heavy duty” per definizione; per tale motivo la robustezza, la solidità e l’affidabilità della macchina dipendono dalla qualità delle scelte costruttive. Attraverso processi di produzione all'avanguardia - lavorazione robotizzata, verniciatura di precisione, innovative tecniche di assemblaggio – JCB offre elevati livelli di eccellenza sotto il profilo della qualità di fabbricazione.

L'analisi ad elementi finiti, nonché approfonditi test di resistenza e prove al banco assicurano robustezza strutturale e durata di livello superiore: per esempio, le prove eseguite nelle celle refrigerate garantiscono prestazioni di avviamento fino a -20°C., mentre la lavorazione di precisione garantisce il rispetto di tolleranze rigorosissime e un accurato accoppiamento di perni e boccole.

JCB-437

Il nuovo telaio anteriore è più resistente che mai: è stato rinforzato con nervature e piastre aggiuntive per la massima durata utile. L'articolazione della pala JCB 437 presenta  una sezione scatolare per lavori  pesanti (heavy duty), molto più robusta rispetto alla versione con un'unica piastra con borchia. I cilindri comando sterzo sono situati più in alto, al riparo da possibili urti e danni in cantiere.

I tubi flessibili sono fissati all'articolazione e posti al riparo da possibili punti di pizzicamento. Progettata per assorbire carichi sia verticali che orizzontali, l'articolazione è dotata di un perno centrale ad alta resistenza e di una boccola maggiorata, nonché di doppi cuscinetti a rulli conici sui giunti scatolari superiori.
Per incrementare robustezza e protezione della macchina, sono disponibili griglie di protezione del parabrezza e delle luci da aggiungere, oppure griglie inferiori e posteriori. Sul retro, invece, il massiccio contrappeso posteriore protegge la macchina da possibili danni. La sagomatura e la finitura del parafango assicurano resistenza agli impatti e protezione aggiuntiva complessiva alla macchina.

Le nuove pala caricatrici JCB sono state progettate con un solo obiettivo: garantire maggiore potenza e minori consumi. Il know-how del costruttore britannico ha così prodotto una gamma di macchine in cui motore, assali, trasmissione e impianto idraulico interagiscono tra loro  in perfetta armonia tecnologica, garantendo massima efficienza e durata.

JCB-437-motore

La nuova pala caricatrice JCB 437 offre elevati livelli di produttività ed eccellenti prestazioni, combinando gli elevati valori di potenza e di coppia erogati dal motore con l’efficienza e l’economicità di un propulsore in linea con le normative in materia di emissioni Tier 4 Final/Stage IV senza la necessità di un filtro antiparticolato (Dpf). La pala gommata JCB 437 è alimentata dal motore diesel Cummins Tier 4 Final/Stage IV da 136 kW (183 CV), turbocompressore a geometria variabile che offre prestazioni superiori ai bassi regimi del motore, assicurando tempi di ciclo e forza di trazione migliori. Il motore della 437 utilizza solo i metodi di ricircolo dei gas di scarico (EGR) e un catalizzatore ossidante diesel (DOC), soluzione tecnica che comporta un significativo risparmio sui consumi di carburante, riducendo i costi di gestione e il total cost of ownership (TCO) per il cliente.

La trazione delle pale caricatrici JCB utilizza una trasmissione con cambio automatico powershift, per garantire la massima produttività ed efficienza. L'innovativo sistema di gestione elettronico consente lo stacco progressivo della trasmissione per un comando pala efficiente e produttivo. Questa funzione controlla la forza di trazione attraverso la trasmissione, convogliando la potenza idraulica massima all'impianto idraulico della pala, riducendo di conseguenza l'usura dei freni di servizio e il consumo di carburante.

Il cambio opzionale a 5 velocità, dotato di convertitore di coppia bloccabile, assicura rapporti più ravvicinati per prestazioni di livello superiore sia in accelerazione, sia in salita che su strada. La funzione di bloccaggio migliora la produttività del convertitore di coppia, garantendo tempi di ciclo più rapidi e maggiore efficienza.

JCB-437-cabina

La frenatura completamente idraulica, a doppio circuito, con dischi multipli a bagno d'olio, assicura una durata utile dell'impianto frenante praticamente esente da manutenzione.

La modalità Eco limita il regime motore a 1.800 giri/min per ridurre il consumo di carburante, mantenendo allo stesso tempo una produttività molto elevata. Anche il sistema di ritorno al minimo automatico, che riporta il motore a 700 giri/min dopo 30 secondi di inattività, contribuisce ad ottimizzare il consumo di energia e ridurre i  consumi di carburante.

Grazie alla gamma di assali tra cui scegliere, è possibile adattare le prestazioni a qualsiasi applicazione: i differenziali standard sono ideali per terreni duri; quelli del tipo “limited slip” sono la soluzione ottimale per terreni allentati, fangosi e con scarsa aderenza in genere; quelli di tipo aperto con differenziale dell'assale anteriore a bloccaggio automatico assicurano un'ottima trazione in molteplici condizioni di terreno.

Il potente impianto idraulico con pompa a pistoni a doppia portata variabile è in grado di alimentare ben 252 l/minuto, assicurando cicli di lavoro rapidi e un'eccellente versatilità. Le innovative pompe JCB a portata variabile alimentano un distributore idraulico con funzione "load-sensing" che si attiva esclusivamente a richiesta, garantendo un controllo della pala preciso ed efficiente.

Bracci per ogni applicazione

La pala caricatrice JCB 437 è disponibile con diversi tipi di bracci, in modo da configurare la macchina sulle esigenze applicative del cliente: è possibile scegliere il braccio pala con leverismo a Z (ZX) per applicazioni a elevata forza di strappo o coppia elevata (HT) per il sollevamento a bracci paralleli e l'uso di diversi tipi di attrezzature; scegliendo la soluzione HT Super High Lift  disponibile per il modello 437, è possibile usare la macchina per applicazioni che richiedono altezze di carico più elevate.

JCB-437-bracci

La capacità della benna standard del modello 437 è di 2,7 m3.

Gli steli distributori a scarico libero fanno sì che i bracci si abbassino automaticamente per effetto della forza di gravità, senza alcun azionamento idraulico, riducendo così il consumo di carburante.
L'attacco rapido opzionale Quickhitch di JCB assicura una sostituzione rapida ed efficiente delle attrezzature. L'attacco rapido è progettato per garantire la compatibilità anche con le attrezzature non JCB.

Comfort e sicurezza al top

Come tutti i nuovi modelli di pale gommate, anche la 437 è dotata della cabina JCB CommandPlus, che offre livelli di comfort e sicurezza per l’operatore ai vertici del settore.

JCB-437-cabin

La struttura ROPS completamente nuova presenta i montanti B spostati all'esterno, alla stessa larghezza di quelli della parte posteriore della cabina, offrendo quindi uno spazio interno più grande e un parabrezza panoramico.

Sulla macchina è presente il sistema di controllo della posizione di guida JCB, con pedali nuovi, un piantone sterzo regolabile e comandi idraulici sul sedile, tutti dotati di tecnologia elettroidraulica per il massimo della precisione. Tutto questo rende ancora più facile la guida: i comandi montati sul sedile e si spostano addirittura con l'ammortizzazione dello stesso; è inoltre possibile selezionare il sistema di controllo ottimale per gli operatori, scegliendo tra un joystick a leva singola o configurazioni dei comandi a più leve. Gli interruttori e i comandi ausiliari sono stati riposizionati sul montante B destro, garantendo in questo modo uno spazio interno più lineare e un accesso più agevole a tutti i comandi della macchina.

La funzione di sospensione del carico, offerta dal sistema antibeccheggio JCB, limita la trasmissione degli urti in cabina, riducendo in questo modo le perdite di materiale e le sollecitazioni strutturali, oltre a migliorare il comfort dell'operatore.
Sono presenti due schermi LCD a colori per navigare nei menu operativi, uno dei quali con doppia funzione di monitor per la telecamera retrovisiva e per il menu dei comandi CommandPlus.

JCB-437-console

La cabina è più confortevole grazie all'interno più spazioso, in quanto il sistema di riscaldamento, ventilazione e aria condizionata è stato ricollocato all'esterno della struttura principale. I silenziatori di scarico e i sistemi di pre-pulizia dell'aria si trovano tutti di sotto il cofano, per offrire la massima visibilità all'operatore.

La nuova cabina, insieme alle ventole di raffreddamento che si attivano a richiesta e ai motori Tier 4 Final/Stage IV, consente una riduzione della rumorosità e delle vibrazioni, riduce l'affaticamento dell'operatore e aumenta la produttività. All’interno, infatti, il livello di rumore nella cabina è incredibilmente basso per una macchina di queste dimensioni: solo 68 dB (a).

La sicurezza è massima ed è garantita da numerosi particolari  costruttivi, dalle superfici anti svicolo alla protezione Rops/Fops, dal posizionamento degli specchietti alla retrocamera, dal design delle cofanature alle luci opzionali e alle strisce ad alta visibilità. Allestimenti esterni e protezioni speciali sono il tratto distintivo dell’allestimento Wastemaster, pacchetto indicato per il settore della movimentazione e gestione dei rifiuti, in particolare, e per ambianti di lavoro gravosi in genere.

Manutenzione facile, gestione ottimizzata

Le macchine JCB di nuova generazione hanno un filo conduttore comune: più potenza e coppia, più prestazioni, meno consumi, meno manutenzione. Non fanno eccezione la pale gommate, e il modello 437 assicura intervalli di manutenzione molto lunghi, grazie a componenti di qualità e ad accorgimenti costruttivi innovativi.

La manutenzione ordinaria su una pala di queste dimensioni non è mai stata così facile: sulla nuova 437 è facile accedere al motore grazie al grande cofano monoblocco che può essere sollevato elettricamente o manualmente per migliorare l'accesso al motore e al gruppo di raffreddamento durante gli interventi di manutenzione e assistenza.

L'accesso ai serbatoi diesel e del fluido DEF è altrettanto diretta attraverso la griglia bloccabile sul retro della macchina. È possibile controllare il livello del liquido lavavetri, dell'olio motore e del liquido di raffreddamento all'interno della cabina, con tutti gli altri i controlli periodici di routine. L’assenza di Dpf è un ulteriore punto a favore di una manutenzione sempre più semplice ed economica.
I punti di ingrassaggio sono ubicati a livello del terreno; scegliendo il kit di lubrificazione automatico, opzionale, la macchina esegue autonomamente i propri interventi di ingrassaggio.
La macchine dispone di griglie del cofano a maglie compatte per catturare le particelle più grandi prima che l'aria entri nel prefiltro ciclonico. La ventola di raffreddamento del motore è dotata di un eiettore ciclonico per rimuovere le particelle di polvere dal prefiltro, anziché utilizzare i gas di scarico più caldi per l'azione ciclonica. I gruppi di raffreddamento inoltre riducono l'accumulo di polvere, riducendo i tempi di fermo necessari per la ventilazione della griglia del radiatore. Il cofano monoblocco, inoltre, offre maggiore tenuta intorno al vano motore, riducendo l'ingresso di polvere e sporcizia. Infine, è disponibile come optional un ventilatore di raffreddamento con inversione del senso di rotazione, utile se si intende utilizzare la pala gommata in ambienti con abbondante presenza di particelle contaminanti nell'aria.

JCB-437-pala-gommata

Nella manutenzione e nei costi gestione complessivi di una macchina da cantiere è oggi inderogabile l’utilizzo di sistemi di controllo telematici satellitari; tutte le macchine JCB montano di serie il sistema LiveLink, una piattaforma gestionale innovativa che consente di gestire le macchine JCB da remoto (via web, e-mail o telefono cellulare). Il sistema consente l’accesso totale ai dati di funzionamento del mezzo - dalle segnalazioni di fermo macchina agli indicatori di funzionamento, dai report carburante alle informazioni sulla cronologia degli interventi programmati, dalla geolocalizzazione all’antifurto.