Wacker Neuson presenta la piastra vibrante a batteria per una compattazione a zero emissioni

Nel settore della tecnologia di compattazione, Wacker Neuson ha conquistato una posizione leader sin dal 2015 con l'introduzione dei primi modelli di costipatori a batteria. Nel 2018 l'azienda ha ampliato le soluzioni della serie zero emissioni con la piastra vibrante monodirezionale a batteria AP1850e.


WackerNeuson-AP1850e inaction
La serie zero emission di Wacker Neuson con la “e” di colore verde sta per zero emissioni, maggiore comfort di impiego e potenza elevata. La serie viene ora completata con un'altra soluzione, la piastra vibrante monodirezionale a batteria AP1850e. Oltre ai classici lavori di compattazione di terreni granulari o all'asfalto fino alla vibratura di selciati, facilita anche il lavoro negli ambienti chiusi e in altre aree sensibili alle emissioni quali fossati e puntellamenti. La piastra a batteria è adatta anche all'impiego nei terreni soggetti a tutela delle acque dove non è possibile utilizzare motori a scoppio.

Con la nuova piastra zero emission aumentiamo notevolmente la convenienza per i nostri clienti che possono utilizzare la stessa batteria per la piastra vibrante e per i costipatori a batteria di Wacker Neuson. Già nel processo di sviluppo della piastra a batteria AP1850e abbiamo lavorato a stretto contatto con i nostri clienti e ora questo ci ripaga”, spiega Stefan Pfetsch, dirigente di Wacker Neuson Produktion GmbH & Co.KG di Reichertshofen. “Una richiesta che le aziende e gli utenti avanzano per le piastre vibranti a zero emissioni è, ad esempio, che possano essere utilizzate per un'intera giornata di lavoro senza che sia necessario ricaricarle: una richiesta che possiamo soddisfare con la AP1850e.

Un enorme vantaggio della piastra vibrante è rappresentato dal concetto modulare. La batteria utilizzata e anche i caricabatterie hanno gli stessi moduli montati nei costipatori a batteria di Wacker Neuson. Questo incrementa la flessibilità e soprattutto la convenienza.

In base alle proprie necessità, il cliente può utilizzare la batteria su uno dei due apparecchi e nel frattempo caricare una seconda batteria. La batteria può essere rimossa senza utensili consentendo all'operatore di sostituire la batteria scarica con una carica in pochi passaggi. Il sistema di batterie utilizzato è stato sviluppato autonomamente da Wacker Neuson e realizzato appositamente per l'impiego su macchine vibranti e per le condizioni più difficili in cantiere.

Un ulteriore vantaggio della piastra a batteria è dato dai bassi costi di esercizio: in questo caso si eliminano i tipici interventi di manutenzione dei modelli tradizionali, ad esempio sul carburatore. Si risparmia anche sui costi per l'energia, quasi fino al 70 percento. La piastra a batteria AP1850e è l'unica piastra vibrante monodirezionale sul mercato priva di cinghia a V in quanto il motore viene montato direttamente sulla piastra base. Anche in questo modo si risparmiamo tempo e costi di manutenzione. La piastra a batteria AP1850e è disponibile con e senza serbatoio dell'acqua.

Pronti per il futuro

Gli azionamenti elettrici stanno acquisendo sempre più importanza nell'edilizia. In particolare, per le imprese di noleggio, queste soluzioni rappresentano un interessante completamento della flotta in quando molti clienti hanno bisogno di una soluzione per progetti speciali, ad esempio per la ristrutturazione di interni o nella costruzione di tunnel, e possono noleggiarli facilmente. Le imprese edili sono vincolate dalle severe prescrizioni delle associazioni di categoria sul rispetto dei valori limite delle emissioni di CO nei fossati e molte aziende di architettura del paesaggio sono aperti verso i prodotti a batteria in quanto spesso lavorano nelle aree urbane, in parcheggi e giardini privati e intendono evitare sia le emissioni acustiche che di gas di scarico.

La piastra vibrante elettrica rappresenta un ulteriore passo di Wacker Neuson verso l'offerta di una vera alternativa per ogni gruppo principale con una soluzione a zero emissioni nel prossimo futuro. Sin da oggi i clienti di Wacker Neuson hanno a disposizione, oltre alla tecnologia di compattazione a zero emissioni, una pala gommata a batteria e un dumper nonché un mini escavatore 803 dual power che, a scelta, può essere azionato con un gruppo elettro-idraulico esterno a zero emissioni.


fonte: Ufficio stampa Wacker Neuson